dal 6 al 10 Ottobre 2021
dal 6 al 9 h 19.00 – domenica 10 h 17.30

Teatro
drammaturgia e regia Alessio Bergamo

Un Simposio

Khora Teatro/Compagnia Mauri Sturno
Ispirato al racconto omonimo di Milan Kundera

In un ospedale, ai tempi del Covid. Un gruppo di medici, un primario, 2 dottori, una dottoressa e un’infermiera. Durante una notte di turno organizzano una piccola festa a base di vino e grappa in cui tra incroci sentimentali e relazioni sottese si affrontano i temi di vita, morte e amore sullo sfondo di un presunto tentato suicidio. In uno spazio non convenzionale in cui il pubblico è in mezzo agli attori o appena a un passo da loro ed il limes della quarta parete da oltrepassare è immaginario e delimitato di volta in volta dall’improvvisazione, il mito greco di Eros e Thanatos è contestualizzato in una realtà ospedaliera dei tempi moderni. Eros, suadente, seduttivo, insidioso anima la festa, si insinua in balli sensuali, provoca spogliarelli poi solo immaginari, sospira afflati d’amore al chiaro di luna. Thanatos, silente e mistificatore interrompe il clima allegro e festaiolo precipitando tutti in uno stato di riflessione e di fraintendimenti. Lo spettacolo si basa su un copione teatrale che di volta in volta sarà ampliato da momenti di libera improvvisazione che vengono fuori dalle performances, frutto dello studio e delle prove sui quali il regista e gli attori hanno lavorato nel corso dei mesi.

Ispirato al racconto omonimo di Milan Kundera

con Elena Cotugno, Aurora Cimino,
Domenico Cucinotta, Roberto Mantovani,
Jacopo Zerbo.

Aiuto regia Vittoria Nicita

Drammaturgia e regia Alessio Bergamo

Una produzione
Khora Teatro/Compagnia Mauri Sturno

Con la collaborazione della compagnia POSTOP

Si ringrazia il Teatro di Roma per il sostegno offerto a questo spettacolo.